VERSIONE SOLO TESTOVERSIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Agrario Statale "Giuseppe Garibaldi" Roma

MENU


NEWS

Concorso per studenti "GET UP"

Avviso Pubblico “GET UP”

Giovani ed Esperienze Trasformative di Utilità sociale e Partecipazione

Il progetto Get Up è promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in collaborazione con il MIUR e pone al centro la partecipazione attiva dei ragazzi, il protagonismo e la promozione della loro autonomia a partire dalla fase progettuale e, a seguire, durante tutte le fasi del suo sviluppo.

Obiettivi:

- promozione delle capacità di auto-organizzazione, autonomia e assunzione di responsabilità da parte degli studenti;
- acquisizione di competenze e conoscenze spendibili nella vita formativa e lavorativa;
- valorizzazione del contesto scolastico;
- coinvolgimento fra scuola e territorio.

Link al progetto del Comune di Roma
Graduatoria progettidocumento in pdf

Il progetto del Garibaldi
"CAMBIAMO ROTTA"

Classi coinvolte: 4D, 4F, 4G

L’ITA Garibaldi ha accolto con entusiasmo l’iniziativa proposta da Roma Capitale che, attraverso il progetto Get-up, offre ai giovani studenti l’occasione di mettersi alla prova e progettare concretamente un percorso formativo-didattico con sperimentazioni di autogestione e autonomia.

L’idea progettuale ideata dal nostro Istituto nasce dall’esigenza di intervenire su tutte quelle situazioni dove la demotivazione e mancanza di entusiasmo creano rallentamenti del normale processo di apprendimento. Il disagio degli adolescenti rischia di diventare disagio sociale: gli adulti spesso non riconoscono le esigenze dei giovani e i loro bisogni di realizzazione; ne consegue mancanza di autostima, di prospettive ed incomunicabilità.

Il progetto favorisce l’autogestione e la partecipazione attiva all’interno di una start-up al fine di accrescere negli studenti competenze e capacità spendibili nel futuro ed in particolare nel mondo del lavoro, della crescita e della formazione. La realizzazione di questo progetto, dunque, permetterà agli studenti di sentirsi utili alla comunità scolastica e a locale.
Inoltre, attraverso questo progetto sarà possibile creare un ambiente inclusivo dove i compagni con disabilità avranno la possibilità di partecipare alle attività didattiche pratico-manuali e saranno coinvolti, tramite “peer to peer”, nelle varie attività.

L’ITA Garibaldi è una scuola particolare perché con i suoi circa ottanta ettari di terreno, l’azienda annessa e le attività legate al mondo dell’agricoltura e della zootecnia, permette sia un accesso facilitato ed esperienziale alla didattica che la possibilità di entrare a contatto diretto con il mondo del lavoro e della produzione.
L’idea portante del progetto degli studenti è quella di avviare, all’interno della scuola, una loro attività produttiva, partendo dalla coltivazione di specie officinali/aromatiche.

Il progetto descritto dagli studenti delle classi coinvolte
“I nostri obiettivi sono diversi e vanno dalla produzione di oli aromatizzati, oli essenziali, tisane, saponi, candele da commercializzare, al recupero di antichi sapori. Per fare questo vogliamo costituire una cooperativa scolastica che si occupi di tutte le fasi, dalla lavorazione alla produzione, ivi comprese commercializzazione e promozione dei nostri prodotti per i quali predisporre uno specifico marchio.
Lo spirito della cooperativa ci consentirà di lavorare insieme, attraverso l’assunzione di responsabilità, la partecipazione democratica, l’accettazione dei diversi, la gestione e controllo del progetto.
Tale attività avrà inoltre un’utilità sociale e una proiezione sul territorio in quanto ci permetterà di accogliere scolaresche a scopo didattico e di organizzare eventi sia ludici che formativi durante i quali confrontarci con altre generazioni per il recupero di antiche ricette e tradizioni.

Per la realizzazione di questo progetto la nostra scuola ci mette a disposizione i locali, le aree interessate alla coltivazione, la strumentazione tecnologica disponibile e, attraverso un gruppo degli insegnanti tutor, sarà più facile individuare i fornitori esterni da contattare per le eventuali committenze esterne.

L’idea, dunque, è quella di organizzare una cooperativa scolastica che, passando attraverso tutte le fasi della progettazione, possa giungere alla produzione di prodotti hand-made, sostenibili da commercializzare. Questo consentirà anche lo sviluppo di competenze socio-relazionali quali metodo di lavoro, attitudini, interessi e autostima, riqualificando al contempo la nostra scuola quale anche polo di organizzazione ed accoglienza di eventi sul tema dei prodotti ecosostenibili.”

[19 dicembre 2017]

 

torna indietrotop