VERSIONE SOLO TESTOVERSIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Agrario "Giuseppe Garibaldi" Roma

MENU


ORIENTAMENTO IN USCITA

BACHECA ULTIME NOVITA'

Bacheca news
COMUNICAZIONE LEGGI
La formazione informatico-digitale e le professioni digitali - leggi la notizia
Eventi per startupper e creativi digitali #27 - leggi la notizia
Approfondimenti ed informazioni utili per chi, dopo il diploma, sogna di formarsi fuori dall'Italia - leggi la notizia
Università Roma Tre: usciti i bandi prove di accesso anticipate dei corsi di Laurea - leggi la notizia
Università Cattolica del Sacro Cuore: due giornate PROVA L'UNIVERSITA' - Facoltà di Economia, Medicina e Chirurgia - Roma, 1 e 2 marzo 2018 leggi la notizia
Roma3. Corso di Laurea in Economia e Gestione Aziendale del Dipartimento di Dipartimento di Studi Aziendali: due nuove Giornate di orientamento - 15 febbraio e 1 marzo - leggi la notizia
Opportunità dalle Forze Armate e dalle Forze di Polizia: la Nissolino Corsi organizza la Giornata Nazionale - OPEN DAY 23 Febbraio 2018 - leggi la notizia
La Sapienza si presenta 2018 - Dal 31 Gennaio 2018 al 5 Aprile 2018 leggi la notizia

» Prosegui per visualizzare tutte le news orientamento in uscita A.S. 2017/2018

 

COSA FARE DOPO IL DIPLOMA

menu interno pagina orientamento in uscita
Università
Istruzione e Formazione Tecnica Superiore
Istruzione Tecnica Superiore
Istruzione superiore non universitaria
Un mestiere «in divisa»
Estero
Il Lavoro
Imprenditorialità
Il Volontariato
NEET: non studio e non lavoro ...

UNIVERSITA’

VUOI FARE L’UNIVERSITA’ MA NON SAI ANCORA QUALE FACOLTA’ SCEGLIERE?

Guida alla scelta della facoltà con i test di orientamento:

LA FACOLTA’ CHE TI INTERSSA E' A NUMERO APERTO O A NUMERO CHIUSO?
SE E’ A NUMERO CHIUSO DEVI FARE UN TEST PER L’AMMISSIONE

LE TASSE UNIVERSITARIE: COSTI ED ESENZIONI

COME SI ANALIZZA UNA FACOLTA'

L'UNIVERSITA’ ONLINE

Università online riconosciute dal MIUR - 2018 (studentville.it)

top

ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE

L'Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) consiste in corsi di formazione della durata tra le 800 e le 1.200 ore, in due semestri, comprensive di un tirocinio in azienda per almeno il 30% delle ore, supportati in modo coordinato da enti di formazione professionale, istituti di istruzione superiore, università e imprese.
Si rivolgono a chi è in possesso del diploma di scuola superiore o di un diploma professionale. Vi può accedere anche chi è ammesso al 5º anno del liceo, e chi non ha tale tipo di diplomi ma dimostra di possedere - attraverso un test di ingresso - i requisiti matematici e linguistici minimi.
Per ottenere il "certificato di specializzazione tecnica superiore", corrispondente al 4º livello del quadro europeo delle qualifiche (QEQ), da parte delle regioni i corsi si concludono con delle verifiche finali sulle competenze acquisite, condotte una commissione costituita dai rappresentanti della scuola, dell’università, della formazione professionale e del mondo del lavoro.

I percorsi IFTS sono programmati dalle regioni per quanto riguarda l’offerta formativa, e gestiti da un'associazione di soggetti – istituti di istruzione secondaria superiore, enti di formazione professionale accreditati, università e imprese – e devono rispondere alle necessità formative dei settori produttivi individuati, per ogni triennio, ai sensi del D.lgs n. 281 del 28 agosto 1997. Inoltre almeno il 50% delle lezioni, deve essere tenuto da esperti del mondo del lavoro e delle professioni col supporto di docenti provenienti dal mondo della scuola, dell’università e formazione professionale.
Il titolo è spendibile in tutta Italia e a livello europeo e dà crediti formativi che possono essere riconosciuti a livello universitario, inoltre i corsi IFTS possono realizzare anche un percorso di alto apprendistato.

I percorsi, sono divisi a livello nazionale in 7 aree professionali:

  • Agroalimentare
  • Manifattura e artigianato
  • Meccanica impianti e costruzioni
  • Cultura, informazione e tecnologie informatiche
  • Servizi commerciali
  • Turismo e sport
  • Servizi alla persona

Queste aree prevedono un totale di 20 specializzazioni, descritte in termini di standard minimi formativi e con competenze comuni in ambito relazionale e gestionale, ma possono diversificarsi a livello regionale rispetto le specificità territoriali del mercato del lavoro.

Riferimenti utili

top

ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Percorsi di Specializzazione Tecnica Post Diploma, riferiti alle aree considerate prioritarie per lo sviluppo economico e la competitività del Paese, realizzati secondo il modello organizzativo della Fondazione di partecipazione in collaborazione con imprese, università/centri di ricerca scientifica e tecnologica, enti locali, sistema scolastico e formativo.
La risposta italiana alla domanda delle imprese, attraverso un’offerta formativa altamente qualificata, di nuove ed elevate competenze tecniche per promuovere i processi di innovazione e trasferimento tecnologico, nella logica della Smart Specialization.

Gli ITS offrono numerosi corsi relativi a sei Aree Tecnologiche per una formazione in armonia con le aspirazioni dei ragazzi e con le esigenze produttive nazionali.
Per ciascuna Area, sono individuati Ambiti specifici e Figure nazionali di riferimento atti a diversificare l’offerta formativa in modo che la stessa sia coerente con la filiera produttiva presente sul territorio.
Ad oggi sono previste 29 Figure nazionali di riferimento afferenti a 17 Ambiti cui corrispondono le così dette “macro-competenze tecniche” da possedere al termine dei percorsi, e cioè, cosa il diplomato I.T.S. "conosce" e cosa "sa fare concretamente".

Ogni I.T.S. definisce inoltre, per ciascuna Figura nazionale di riferimento, uno specifico profilo tecnico professionale sulla base delle esigenze del territorio in cui opera: Efficienza energetica,  Mobilità sostenibile,  Nuove tecnologie della vita,  Nuove tecnologie per il Made in Italy,  Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali –Turismo,  Tecnologie della informazione e della comunicazione.

Le caratteristiche dei corsi ITS
Almeno il 30% della durata dei corsi è svolto in azienda stabilendo subito un legame molto forte con il mondo produttivo attraverso stage anche all’estero.
Il corpo docente proviene per almeno il 50% dal mondo del lavoro. I corsi si articolano di norma in quattro semestri (1800/2000 ore) e possono arrivare fino a sei semestri.
Al termine del corso si consegue il "Diploma di Tecnico Superiore" con la certificazione delle competenze corrispondenti al V livello del Quadro europeo delle qualifiche. Per favorire la circolazione in ambito nazionale ed europeo, il titolo è corre­dato dall'EUROPASS diploma supplement. I diplomi sono rilasciati dall'istituzione scolastica ente di riferimento dell'ITS sulla base di un modello nazionale, a seguito di verifica finale delle competenze acquisite dagli studenti che hanno frequentato almeno l’80% della durata complessiva del corso.

Riferimenti utili

top

ISTRUZIONE SUPERIORE NON UNIVERSITARIA

  • Sistema dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM): http://www.afam.miur.it/ 
  • Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia (CSC) 
  • Scuole Superiori per Mediatori Linguistici (SSML) 
  • Scuole di Archivistica, Paleografia e Diplomatica 
  • Istituzioni per la conservazione e il restauro dei beni culturali 

Istituzioni analoghe in altre città italiane sono:

Riferimenti: informagiovani

top

UN MESTIERE «IN DIVISA»

top

ESTERO

top

IL LAVORO

top

PER CHI GIA' SI SENTE IMPRENDITORE

  • Terrevive
    Dal Ministero delle politiche agricole le aste che mettono in vendita e in locazione terreni agricoli pubblici con prelazione per gli under 40
  • La Banca delle Terre Agricole
    Dal 5 dicembre 2017 apre lo sportello telematico per la vendita dei terreni pubblici per uso agricoli con misure pensate soprattutto per i giovani

top

IL VOLONTARIATO

Servizio Civile-MIPAAF: bandi agricoltura sociale 2018 (candidature dal 22/12//2017 al 5/02/2018)
Pubblicati due bandi per la selezione di 1.830 volontari da impiegare nell’ambito delle finalità istituzionali individuate dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali

top

NEET cioè non studio, non lavoro…niente!

top

Referente per l'orientamento in uscita: Prof. Francesco Nardi